Famiglie reddito in crollo

Sulla difficilissima situazione delle famiglie c’è chi comincia a parlare chiaramente di crisi “strutturale”

Pubblicato il: 16 aprile 2014 | Categoria: EconoMia
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ... Loading ...

Consumi ai minimi storici, migliaia di aziende in chiusura e un sistema economico che stenta a riprendersi, alimentando il rischio di un’ulteriore scissione tra quelli che, redditi alla mano, possono fare il grande salto tra i più agiati e quelli che, invece, sono destinati a scivolare inesorabilmente verso il basso.

I numeri che vengono fuori dall’indagine della Adam Smith Society sono inequivocabili: non è più tempo di inseguire i bagliori di ripresa, ma di invertire la rotta per davvero. Ne va da del destino di un intero sistema industriale, da tempo alle corde. Da questo punto di vista, se il ciclo economico è ormai globale, occorre urgentemente riattivare la domanda interna e quindi, in un concreto circolo virtuoso, i consumi di singoli e nuclei familiari. Essere un popolo di proprietari di case, insomma, non può più bastare per affrontare il futuro con serenità.