Fattore Volatilità

I mercati Usa ondeggiano, tra criptovalute e prese di beneficio

Pubblicato il: 27 febbraio 2018 | Categoria: EconoMia
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ... Loading ...

Parola d’ordine volatilità. Sembra essere questo il mantra dei primi mesi del 2018, contraddistinto da indici in ripresa, prese di beneficio e forti correzioni in poco tempo. Se la recessione, per molti paesi, sembra essere un’opzione lontana, la percezione del rischio resta legata soprattutto alle montagne russe dei mercati. Se orso e toro, rispetto a singole posizioni aperte, si alternano troppo velocemente la ragione è anche nei numeri e nell’essenza dei player di mercato. Un numero sempre crescente, spesso sopra il 60%, delle operazioni giornaliere sono gestite da “entità elettroniche”. Bot, algoritmi, codici operativi, entità di calcolo numerico si alternano alla console dei grandi mercati, determinando successi e cadute. Con il rischio che l’economia reale e suoi numeri cadano in secondo piano.  Un dato è chiaro: la crescita è sempre attesa i mercati, in queste settimane,  hanno avuto a che fare con diverse prese di guadagno, complici anche le diverse settimane positive alle spalle.