Risparmio E Investimenti, Come Gestire I Rischi

La logica è sempre quella di operare in maniera anticiclica per cogliere le opportunità, limitando il più possibile le montagne russe delle Borse

Pubblicato il: 7 novembre 2016 | Categoria: Economia
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ... Loading ...

Per una corretta gestione del proprio portafoglio è bene tenere sempre a mente la regola della distinzione netta tra risparmio e investimenti. Essendo diversa ovviamente la propensione al rischio delle due voci, queste vanno gestite in maniera diversa.

In situazione di tassi bassi, seppure con qualche previsione di rialzo a breve, il risparmio va “protetto” attraverso una forte diversificazione che abbassi il rischio in maniera netta e importante, pur rivolgendosi meno al “tasso fisso”.

Per le stesse ragioni, l’investimento profittevole deve rivolgersi maggiormente verso i mercati, e a soluzioni “logaritmiche” (oggi un alto numero di transazioni è gestita via computer da algoritmi).

Da questo punto di vista, un investimento che punti al rialzo dei titoli ripartendo gli investimenti in singoli lotti di un’unità più grande, può rappresentare una soluzione importante per limitare l’impatto della volatilità di mercato, sempre in agguato negli ultimi tempi.

Quella che, lato risparmio, è ripartizione del rischio, lato investimenti diventa ripartizione dei tempi di investimenti. La logica è sempre quella di operare in maniera anticiclica per cogliere le opportunità, limitando il più possibile le montagne russe delle Borse.

Alla prossima.

Fabrizio Tiburzi

(Questo post, come tutti quelli presenti in questo sito rispecchia le opinioni di Fabrizio Tiburzi e non necessariamente quelle di Banca Mediolanum)