Il Valore Dell’Educazione Finanziaria

Parte dell’educazione finanziaria però riguarda il sapere che l’interesse, in quanto tale, non è l’unico elemento da considerare, al momento di effettuare un investimento, anzi

Pubblicato il: 24 aprile 2018 | Categoria: Economia
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ... Loading ...

Quanto mi da di interesse?…Quanto mi rende? Quanto guadagnerò in futuro? Sono queste le domande che gli operatori del risparmio vedono rivolgersi più spesso dai risparmiatori. Parte dell’educazione finanziaria però riguarda il sapere che l’interesse, in quanto tale, non è l’unico elemento da considerare, al momento di effettuare un investimento, anzi.

Possiamo dire che ci vorranno generazioni per eliminare queste domande dal vocabolario dei Risparmiatori/Investitori italiani (e per cambiare il tenore delle risposte degli addetti ai lavori): la diseducazione finanziaria fornita dalla lira, dall’inflazione e dai titoli di stato italiani percepiti come free risk (senza rischio) è stata profonda.

Capire e percepire che l’economia reale, le aziende quotate, che producono utili è, nel tempo, necessario che rendano di più dell’economia del debito, delle obbligazioni, da cui l’economia reale è finanziata… deve essere la base per un investimento a lungo termine consapevole. Capire la differenza sostanziale tra cedole obbligazionarie e dividendi azionari è solo il primo passo per la doverosa rivoluzione sul significato dell’investire.

Sta a noi “operatori” del settore finanziario dare cultura, diversificazione, soluzioni su misura e far capire quanto è importante “risparmiare”.

L’articolo che vi segnalo come approfondimento su questi temi è di Ben Carlson.

http://awealthofcommonsense.com/2018/04/why-it-makes-no-sense-to-compare-dividend-yields-to-bond-yields/