Le Transazioni Finanziarie Tornano Nel Mirino?

Possibile una nuova tassa sulle transazioni finanziarie, Incognite tra gettito e opportunità politica

Pubblicato il: 17 marzo 2015 | Categoria: Finanza
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars
Loading ... Loading ...

In Italia si torna a parlare, ancora una volta di transazioni finanziarie. A rilanciare la questione è uno studio internazionale che torna alla carica per l’introduzione di una nuova tassa che andrebbe a colpire gli scambi di strumenti finanziari. In realtà non è una cosa del tutto nuova se consideriamo quanto già fatto dal Governo Renzi dal lato delle cosiddette “rendite finanziarie” e quanto fatto prima dal Governo Monti con la Tobin Tax.

A mio avviso forme di tassazione eccessivamente penalizzanti corrono il rischio di spaventare gli operatori ottenendo l’effetto inverso a quello sperato: una contrazione degli scambi e un gettito, di conseguenza, sotto alle aspettative preventivate. Il rischio ulteriore è quello, semplicemente, di far spostare gli operatori su altri mercato più liberi da questi balzelli, ottenendo un effetto depressivo sulla stessa Borsa, a tutto danno dei risparmiatori.

Puoi approfondire la situazione sulle transazioni finanziarie

(NR: Il contenuto di questo post, come di tutti quelli pubblicati in questo sito, rispecchia l’opinione di Fabrizio Tiburzi e non necessariamente coincide con quello di Banca Mediolanum)